Insieme Per Ravello | Il Consiglio Comunale del 25 Ottobre 2017 – Punto per Punto
2509
single,single-post,postid-2509,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-10.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
22140413_10214533481637451_1182207843_o

Il Consiglio Comunale del 25 Ottobre 2017 – Punto per Punto

Un Consiglio Comunale movimentato quello tenutosi a Palazzo Tolla l’altro ieri alle ore 16:30.
All’ordine del giorno quattro riconoscimenti di legittimità di debiti fuori bilancio, la Fondazione Cargaleiro e il rinnovo della gestione in forma associata dei servizi di protezione civile.
Al termine delle comunicazioni di “rito” del Sindaco, il gruppo Insieme per Ravello ha presentato un interrogazione ed una interpellanza che puntavano l’attenzione sulla revoca delle autorizzazioni per i residenti a poter accedere alle proprie abitazioni all’interno del parcheggio Duomo.
Un diritto esercitato sin dal 2005 dai cittadini residenti in via Rampe Gambardella e che era stato già oggetto di contenzioso all’epoca dell’amministrazione Amalfitano e che costrinse lo stesso Sindaco dell’epoca a dover consentire una transazione per riconoscere il diritto ad accedere alle proprie abitazioni dei residenti in quell’area di Ravello.
Nell’interrogazione non si è mancato, inoltre, di evidenziare la “casuale” assenza nella seduta che ha adottato la deliberazione di costituzione in giudizio dell’attuale vice sindaco Ulisse Di Palma, all’epoca assessore nella giunta Amalfitano. Nondimeno, è stato evidenziato che nel giudizio attuale – tra i testimoni ascoltati a favore del Comune di Ravello – vi era lo stesso Secondo Amalfitano. 
L’interpellanza, ha riguardato invece la mancata attivazione della diretta dei consigli comunali e la viva raccomandazione all’amministrazione – ad un anno e mezzo ormai di mandato amministrativo – di dotarsi della strumentazione idonea per consentire ai cittadini di seguire i lavori del Consiglio Comunale in diretta streaming. Non si è mancato di ricordare quanto l’attuale vice sindaco, all’epooca consigliere di minoranza nel gruppo Ravello nel Cuore, avesse sollecitato l’adozione di un regolamento che prevedesse le dirette streaming: regolamento redatto ed approvato in Consiglio Comunale dall’amministrazione Vuilleumier.
I riconoscimenti di legittimità di debiti fuori bilancio hanno invece portato all’attenzione le contravvenzioni al codice della strada proposte dalla società cooperativa New Conca Service e da D’Urso Beniamino che avevano visto il Comune di Ravello condannato al pagamento delle spese di giudizio che – per due dei debiti fuori bilancio -, ammontavano ognuna a euro 340,34 essendo pervenuto precetto che ha fatto triplicare le spese rispetto alla sentenza.
Probabilmente, in questi ultimi due casi, la riorganizzazione dell’ufficio di polizia locale con l’avvicendamento del comandante che ha lasciato Ravello ‪‪il 31 maggio‬‬ u.s. ha causato il notevole aggravio di spese per le casse comunali. Per le due sentenze senza precetto l’esborso è stato di 104,70 euro per ciascuna sentenza.
Per il punto relativo alla Fondazione Cargaleiro, i Consiglieri Comunali del gruppo Insieme per Ravello hanno nuovamente dovuto constatare a loro discapito e con grande disappunto, il netto disprezzo delle regole democratiche e la mortificazione del ruolo del Consigliere Comunale. L’argomento era stato già posto all’odg lo scorso ‪‪31 luglio‬‬ ed il gruppo Insieme per Ravello ne aveva chiesto il rinvio per la mancanza di documentazione agli atti e di una proposta su cui discutere.
Già in quell’occasione il capo-gruppo di Insieme per Ravello Paolo Vuilleumier, presidente della Fondazione Cargaleiro – nel rivendicare il merito di aver portato la Fondazione Cargaleiro a Ravello e di averla allocata nella prestigiosa sede di Palazzo Tolla – nell’assicurare la piena personale disponibilità a far si che la le opere dell’illustre maestro Cargaleiro rimanessero a Ravello e che il progetto avviato venisse rilanciato, evidenziava la necessità che il Sindaco del comune di Ravello Salvatore Di Martino dovesse confrontarsi con il socio Fondatore Provincia di Salerno – nella persona del Presidente Giuseppe Canfora – per l’attuazione dei nuovi progetti dell’amministrazione Di Martino si proponeva di realizzare.
L’Amministrazione Rinascita Ravellese infatti, se pur con ritardo, dopo aver deliberato lo sfratto delle opere da Palazzo Tolla, aveva compreso in un secondo momento il prestigio ed il valore del maestro.
Purtroppo l’auspicato confronto e raccordo non si è realizzato e l’amministrazione Rinascita Ravellese non ha saputo far altro che riproporre all’esame del Consiglio odierno l’argomento Fondazione Cargaeleiro, ancora una volta senza documentazione agli atti e senza una proposta di deliberazione. 
A nulla sono valse le rimostranze del gruppo Insieme per Ravello che si è vista respingere la propria mozione d’ordine sul rispetto delle leggi e dei regolamenti e che ha costretto il capogruppo di Insieme per Ravello ad abbandonare l’aula in segno di protesta, riservandosi di rivolgersi a sua ecc.nza il prefetto per la difesa dei diritti delle opposizioni.
Il consigliere Gianluca Mansi, rimasto in aula, si è trovato costretto a votare una proposta – non agli atti – che prevedeva la verifica della legittimità degli atti adottati da Paolo Vuilleumier in qualità di presidente della Fondazione Cargaleiro e della proposta di costituzione di una nuova fondazione “Cargaleiro” – come sempre uscita dal cilindro magico del Sindaco – senza aver potuto esercitare i propri diritti e prerogative di consigliere con la lettura dei documenti che poi il Sindaco in un’ora di illustrazione, ha letto in Consiglio.
L’ultimo punto ha visto invece il rinnovo della convenzione per il servizio di protezione civile che era stata sottoscritta con i comuni di Maiori, Minori, Tramonti e Cetara e che è stata approvata con l’auspicio e le reiterate raccomandazioni di attivazione degli importanti servizi di protezione civile. Il capogruppo di maggioranza Dario Cantarella che segue – se pur non con specifica delega la delicata materia -, ha rassicurato il Consiglio per la prossima attivazione del nucleo di protezione civile già costituita dall’amministrazione Insieme per Ravello e sull’attivazione di convenzioni con le associazioni di protezione civile.